MENU

Ristrutturazione Minimal a Pescara: Stile e Design su Misura – Ristrutturareonweb

2657
4

L’architetto Antonio Sabatino trasforma un anonimo alloggio anni 60 in un attico di design, dove protagonisti sono luce, eleganza minimal e funzionalità, il tutto progettato e realizzato su misura secondo le esigenze del committente.

L’Architetto Antonio Sabatino si occupa della completa ristrutturazione di un attico a Pescara, trasformando un appartamento anni 60 in un alloggio moderno dallo stile minimal.

L’INTERVENTO

L’intervento vede lo stravolgimento totale della vecchia distribuzione: la zona living viene spostata totalmente sul lato sud con affaccio sul terrazzo, aumentando le superfici vetrate con l’abbattimento di parte delle finestre esistenti. Le camere sono ridotte nelle dimensioni e posizionate sul lato nord; questa nuova distribuzione ha consentito la creazione di un cubo centrale all’interno del quale ha trovato posto il secondo bagno con lavanderia.

La cucina, disegnata e realizzata su misura, è schermata da una parete a tutta altezza in cristallo satinato e nasconde alla vista degli ospiti il piano di lavoro. Tutta l’impiantistica è nascosta da controsoffittature di varie altezza che, se da un lato si raccordano con le travi ribassate per nasconderle, dall’altro definiscono meglio gli ambiti funzionali all’interno dell’open space.

ARREDI E BOISERIE

Tutti gli arredi e le boiserie sono studiate nel dettaglio e realizzate su misura. Il blocco centrale completamente rivestito e laccato, presenta una serie di nicchie, portabottiglie e scomparti contenitivi a servizio della zona pranzo. Il tavolo di forma quadrata finitura noce massello è anch’esso progettato appositamente.

I SERVIZI

La forma e la dimensione dei bagni è studiata accuratamente per ottenere la massima funzionalità. Nel bagno di servizio è presente una doccia con cabina in cristallo temperato e porta scorrevole; il soffione è incassato nel controsoffitto. Le dimensioni ridotte dello spazio e la volontà di arrivare a tutta altezza hanno indotto la scelta di un rivestimento chiaro: un gres effetto legno con mosaico sul lato doccia e una parete a specchio per amplificare lo spazio e la luce artificiale; sullo stesso lato si trova il lavandino sospeso con rubinetto a parete e il wc sempre sospeso. Per il bagno di rappresentanza la scelta è per uno stile raffinato: anche in questo caso il rivestimento è a tutta altezza e grandi specchi vengono utilizzati per amplificare spazio e luce. I lastroni effetto pietra che rivestono anche la vasca da bagno conferiscono all’ambiente stile ed eleganza.

LA ZONA NOTTE

Le pareti del corridoio della zona notte sono in parte laccate e in parte impiallacciate, su disegno dell’Architetto; la finitura in noce riveste le due porte a tutta altezza e segna l’ingresso alle camere. Gli arredi della camera matrimoniale sono disegnati su misura: i comodini sospesi e le armadiature hanno tutte una finitura laccata lucida per amplificare la luce.

LA VERANDA

Questo spazio inizialmente collegato alla cucina viene radicalmente trasformato; la sua nuova funzione è quella di appendice alla camera matrimoniale. Il risultato è la trasformazione di uno spazio di servizio dall’aspetto angusto in un ambiente luminoso, etereo, quasi immateriale; tutto ciò è possibile grazie alla sostituzione dei vetri con finitura traslucida e alla realizzazione di una struttura in legno laccato bianco che è stata sovrapposta alla vecchia intelaiatura esistente della veranda nascondendola di fatto completamente alla vista.

L’intervento di ristrutturazione di questo attico ha visto, dunque, un completo ripensamento degli spazi e della distribuzione funzionale degli ambienti: grazie all’utilizzo strategico di boiserie, controsoffitti e arredi. Compito non facile, quello svolto dall’Architetto Antonio Sabatino, che é sapientemente riuscito a trasformare un alloggio anni 60 in un modernissimo attico luminoso e minimal.

Tratto da: Ristrutturareonweb del 22.10.2014