MENU

Flessibilità e Colore per un micro nido in Puglia – Ristrutturareonweb

2892
4

Adeguamento funzionale di un micro nido privato a Torremaggiore in provincia di Foggia. L’intervento curato dall’Architetto Antonio Sabatino, si distingue per adattabilità e flessibilità degli spazi e per le soluzioni eco-sostenibili adottate.

In questo progetto l’Architetto Antonio Sabatino non solo ha saputo creare ambienti confortevoli e adatti all’accoglienza e all’attività ludica dei più piccoli, ma ha posto grande attenzione anche ai temi della flessibilità, della funzionalità e dell’efficienza dell’involucro edilizio e del sistema impiantistico.

INTERVENTO – L’intervento dell’Architetto Antonio Sabatino riguarda l’adeguamento funzionale di un locale commerciale a Micro nido privato secondo la normativa della Regione Puglia. La struttura è localizzata al piano terra di un condominio nel centro urbano del Comune di Torremaggiore (FG).

ADATTABILITA’ E FLESSIBILITA’ DEGLI SPAZI – L’idea progettuale prevede la creazione di un unico ambiente molto luminoso ma dagli spazi flessibili, diviso da grandi pareti vetrate che lasciano filtrare la luce e da grandi pannelli scorrevoli che uniscono gli spazi adattandoli agli eventi ludici che vengono organizzati. In particolare sono previsti un grande spazio ludico e due sezioni per bambini (divezzi 18-36 mesi) dotate di uno spazio gioco, uno spazio per le attività didattiche e uno per i pasti.

ACCOGLIENZA – Al centro del micro nido si trova la segreteria-reception, pensata con la funzione di poter vigilare sugli accessi esterni e avere un controllo visivo diretto sui bambini e sulle aule che si affacciano su tale spazio. La zona accoglienza, caratterizzata da una frase di A. De Saint-Exupéry, infonde tranquillità e gioia nei piccoli con una serie di arredi (reception, armadiature e divanetto) disegnati e realizzati su misura dallo Studio, che richiamano l’idea delle bolle di sapone.

IMPIANTI – I sistemi impiantistici e la tecnologie adottate rispondono all’obiettivo di limitare i carichi di riscaldamento e raffrescamento della struttura; il sistema di riscaldamento a pompa di calore è integrato con un sistema di ventilazione meccanica controllata ad altissima efficienza che opera il recupero energetico per il riscaldamento dell’aria ed assicura un comfort igienico indoor per la continua e graduale immissione di aria fresca e il filtraggio dell’aria con speciali filtri antipolline.

SALUBRITA’ DELL’ARIA E RISPARMIO ENERGETICO – L’accoppiamento delle due tipologie di impianto descritte hanno consentito il raggiungimento delle migliori condizioni di salubrità indoor (diminuzione della trasmissione delle malattie tra i bambini per il continuo ricambio di aria pulita) e contemporaneamente la riduzione dei consumi energetici: infatti l’approccio integrato dell’impianto di riscaldamento con la ventilazione controllata ha permesso di ottenere un risparmio di circa il 40% del fabbisogno di climatizzazione rispetto ad un attività tradizionale. Per schermare gli impianti è stato realizzato in tutti locali un sistema di controsoffittatura costituito da pannelli fonoassorbenti per limitare i disturbi generati dai bambini verso le abitazioni soprastanti.

MATERIALI E FINITURE – Coerentemente con l’approccio integrato tra architettura e impianti, la scelta dei materiali e delle finiture è stata guidata dalla limitazione dell’impatto ambientale dell’intervento su tutto il ciclo di vita. I materiali sono stati scelti sulla base della provenienza, dell’assenza di emissioni nocive, del contenuto riciclato e della possibilità di riciclaggio. Tutte le pitture utilizzate sono a base di acqua mentre gli intonaci interni sono stati realizzati a base di grassello di calce; l’uso prevalente di materiali da costruzione naturali oltre a garantire la qualità e la tenuta nel tempo, assicurano maggiore salubrità agli ambienti interni.

Tratto da: Ristrutturareonweb del 14.01.2015